Cartoline da Villafranca

Castello


Il Castello fu costruito su deliberazione del Podestà Salinguerra nel 1201, come affermato da Girolamo dalla Corte nelle sue Cronache del 1594 . Ciò che vediamo ai nostri giorni sono i resti degli ultimi interventi Scaligeri, ma anche della Serenissima e delle demolizioni asburgiche del Radetzky . Al suo massimo splendore certamente esso si mostrava come un maniero enorme e incombente rispetto all’abitato, estremamente articolato negli apparati difensivi, inavvicinabile e sullo sfondo una gigantesca, oscura e lunghissima muraglia corredata di torri, il cui unico sfogo verso la campagna e il mantovano era segnato dal “Portòn” della torre centrale che inquadrava la stretta strada che attraversava centralmente il castello stesso e si dirigeva verso Verona .
Ulteriori e più particolareggiate notizie si possono avere cliccando sull’icona.


Per ulteriori e dettagliate notizie vai:

Guida Villa Franca: da pag. 22 a pag. 31;
Villafranca di Verona: da pag. 56 a pag. 71;
Oratorio di San Rocco: da pag. 68 a pag. 81;