Arte e Cultura

Giacomelli Luca Ferrarini

Nato a Verona, figlio di Franco Giacomelli e del soprano Alida Ferrarini, inizia a studiare canto, danza e recitazione a otto anni conseguendo nel 2005 il diploma in Recitazione, Dizione e Arte Scenica al Gymnasium Theatrale Fondazione 'G. Toniolo' di Verona, diretto da Luciana Ravazzin, sua prima guida artistica. Si sposta successivamente a Milano per frequentare la Scuola del Musical SDM, Accademia delle Arti Performative fondata da Saverio Marconi. Durante il percorso di studi milanesi, debutta alla Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi nell'opera di Tennessee Williams, The Glass Menagerie (Tom Wingfield). Nel 2010 viene scelto da Saverio Marconi e Daniel Ezralow per Cats (Macavity) di Andrew Lloyd Webber, e Happy Days, a new musical, trasposizione teatrale della famosa serie TV di Gary Marshall, dove interpreta il ‘Rosso’ Richie Cunningham. Lavora all’Arena di Verona con registi quali Hugo De Ana, Graham Vick, Arnauld Bernard, Denis Kriev, Yuri Alexandrov, Gilbert Deflo e Franco Zeffirelli in Turandot di Giacomo Puccini (il Principe di Persia) all’Arena di Verona (2010) e all’Opera House di Muscat in Oman (2011). Nel 2012 prende parte al musical Titanic, il racconto di un sogno (John O’Donnell), spettacolo celebrativo per i cento anni dall'affondamento del famoso transatlantico accompagnato dalle musiche di Ennio Morricone e diretto da Federico Bellone. Nel 2013 viene scelto da Giuliano Peparini per interpretare il ruolo di Mercuzio in Romeo e Giulietta, ama e cambia il mondo, opera di Gérard Presgurvic prodotta da David Zard, che gli conseguirà il Premio Nazionale ‘Sandro Massimini 2015’ «per il talento naturale che dà forza e valore ai personaggi interpretati dal giovane performer. In particolare nella grande personalità espressa nell'interpretazione di Mercuzio, personaggio difficile, complesso, dalle mille sfaccettature, che Giacomelli Ferrarini rende con straordinario acume e capacità interpretativa». Con Romeo e Giulietta, ama e cambia il mondo andrà in tour in Turchia allo Zorlu Performing Arts Center di Istanbul per ben due stagioni (nel 2015 e 2016).

Oggi è uno dei performer più apprezzati in Italia. Tra le varie produzioni italiane ricordiamo Fame, Saranno Famosi (Nick Piazza) al Teatro Nazionale di Milano (2016) e al Teatro di San Babila a Milano (2019) Next To Normal (Gabe Goodman) al Teatro Coccia di Novara (2015), West Side Story (Tony) inaugurazione della Stagione Lirica 2018 al Teatro Carlo Felice di Genova e all’Opera di Firenze (2018/2019), Processo a Pinocchio (Beppe) al Teatro Sistina di Roma (2016), L’Ascensore (Mark Green) opera spagnola scritta da José Masegosa (2019), La Congiura, Firenze 1478 (Giuliano De’ Medici) all’Opera di Firenze (2017), Sweeney Todd, the Demon Barber of Fleet Street (Anthony Hope) al Teatro Nuovo di Milano (2020) e ben due collaborazioni con Renato Zero nei tour nazionali 2016 Alt in Tour (Glitter) e 2017 Zerovskij, solo per amore (N.N.). Nel 2017 è protagonista di un recital in Irlanda al National Yatch Club di Dùn Laoghaire (Dublino).